Parole chiave

Aby Warburg Adelaide Gigli Antonino Ferro Antonio Gramsci Arte dell'ascolto Attività Attività 2013 Attività 2014 Attività 2015 Attività 2016 Attività 2017 Attività 2018 Attività 2019 Attività 2020 Billie Holiday Buto Carl Gustav Jung Carlotta Ikeda cinema Clara Wieck Schumann Claudio Abbado Convegni diagnosi in psichiatria Discussione sul lavoro clinico Documentazione DSM5 Eduardo Viveiros De Castro Ernesto De Martino Eschilo Fedor Dostoevskij filosofia Formazione alla psicoterapia François Jullien Gilles Deleuze Hannah Arendt Herman Melville identità Il sogno crocevia di mondi Incontri culturali Incontri culturali 2013 incontri culturali 2014 Incontri culturali 2015 incontri culturali 2016 Incontri culturali 2017 Incontri culturali 2018 incontri culturali 2019 Incontri culturali 2020 Jacques Lacan Joseph Conrad Laura Betti Letteratura e psicoanalisi Lettura di testi psicoanalitici Lucrezia Borgia Lucrezio Ludwig Binswanger Margherita Luisa D'Orléans Marin Marais Mario Perniola Mauro Mancia Medea Michel Foucault musica e psicoanalisi narcisismo Nascita della clinica Nikos Kazantzakis Pascal Quignard Paul Celan perversioni Pier Paolo Pasolini poesia Polifonia del femminile Port-Royal psicopatologia Remo Bodei René Char Roberto Beneduce Sabina Spielrein Sainte Colombe Sigmund Freud Simone Weil Socrate sogno Spazio Aperto Supervisione teoria della tecnica terrorismo Testi in linea Thomas H. Odgen transfert trasvestitismo trauma V.E. von Gebsattel W. Blankenburg Walter Benjamin Wilfred Bion

Archivio per mese

La linea d’ombra dell’adolescenza

logo_puntoeinaudipicc

.

Sabato 14 ottobre 2017

LA LINEA D’OMBRA DELL’ADOLESCENZA
Giorgio Scianna
dialoga con Raffaele Riccio a partire dal suo libro La regola dei pesci

.

Libreria Einaudi Via Mascarella 11/A Bologna tel. 051-222947
Sabato 14 ottobre 2017 ore 17.00 ingresso libero (posti a disposizione limitati)

L’associazione psicoanalitica OFFICINAMENTIS e la libreria EINAUDI BOLOGNA organizzano un incontro con lo scrittore Giorgio Scianna dedicato alla crisi d’adolescenza nella società contemporanea.   «Che fine hanno fatto gli unici quattro maschi della quinta C? Perché quei banchi vuoti? Dopo la vacanza in Grecia nessuno sa più niente di loro: disattivati i cellulari, nemmeno un post su Facebook. Come un piccolo gruppo di pesci, hanno cambiato rotta all’improvviso, muovendosi verso le acque più profonde. E quando i ragazzi si rifiutano di rispondere, allora è tempo che gli adulti comincino a farsi qualche domanda». Sono domande inquietanti ma necessarie, quelle sollevate dal libro di Giorgio Scianna La regola dei pesci. La linea d’ombra dei quattro ragazzi è certamente quella dell’adolescenza, quella zona di smarrimento, d’insicurezza, di impaurita spavalderia che occorre superare per farsi un po’ più grandi. Ma la loro rotta non può che spaventarci: è il nuovo mito del jihad – con la promessa di un mondo ideale e di una fratellanza senza competitività – che li cattura attraverso le immagini di propaganda diffuse in rete. Questi ragazzi sono sintomo di un occidente malato, che ha «perso l’anima» e che oggi, anziché nutrire i sogni e le speranze dei suoi figli, insidiosamente scava, dentro e intorno a loro, il vuoto.

Introduce Angela Peduto, psicoanalista

Scarica qui la locandina  

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.