Parole chiave

Aby Warburg Adelaide Gigli Antonino Ferro Antonio Gramsci Arte dell'ascolto Attività Attività 2013 Attività 2014 Attività 2015 Attività 2016 Attività 2017 Attività 2018 Attività 2019 Attività 2020 Billie Holiday Buto Carl Gustav Jung Carlotta Ikeda cinema Clara Wieck Schumann Claudio Abbado Convegni diagnosi in psichiatria Discussione sul lavoro clinico Documentazione DSM5 Eduardo Viveiros De Castro Ernesto De Martino Eschilo Fedor Dostoevskij filosofia Formazione alla psicoterapia François Jullien Gilles Deleuze Hannah Arendt Herman Melville identità Il sogno crocevia di mondi Incontri culturali Incontri culturali 2013 incontri culturali 2014 Incontri culturali 2015 incontri culturali 2016 Incontri culturali 2017 Incontri culturali 2018 incontri culturali 2019 Incontri culturali 2020 Jacques Lacan Joseph Conrad Laura Betti Letteratura e psicoanalisi Lettura di testi psicoanalitici Lucrezia Borgia Lucrezio Ludwig Binswanger Margherita Luisa D'Orléans Marin Marais Mario Perniola Mauro Mancia Medea Michel Foucault musica e psicoanalisi narcisismo Nascita della clinica Nikos Kazantzakis Pascal Quignard Paul Celan perversioni Pier Paolo Pasolini poesia Polifonia del femminile Port-Royal psicopatologia Remo Bodei René Char Roberto Beneduce Sabina Spielrein Sainte Colombe Sigmund Freud Simone Weil Socrate sogno Spazio Aperto Supervisione teoria della tecnica terrorismo Testi in linea Thomas H. Odgen transfert trasvestitismo trauma V.E. von Gebsattel W. Blankenburg Walter Benjamin Wilfred Bion

Archivio per mese

L’arte dell’ascolto: La fenomenologia del vuoto e dell’assenza

L’arte dell’ascolto: La fenomenologia del vuoto e dell’assenza.
Dalle schizofrenie paucisintomatiche (W. Blankenburg) alla sindrome anancastica (V.E. Von Gebsattel)

 

Arriva a conclusione quest’anno L’Arte dell’Ascolto, ciclo di seminari dedicato alla fenomenologia. Speriamo di essere riuscite a sollecitare curiosità e interesse verso un sapere che rischia di perdersi, ormai escluso dai programmi di studio delle scuole di psichiatria e di psicologia.

Come abbiamo più volte espresso, ciò che ha motivato e sostenuto la scelta di questa proposta culturale è la convinzione che la conoscenza della fenomenologia sia indispensabile per la psichiatria e la psicoterapia e rappresenti uno strumento prezioso di ascolto e di comprensione non solo della malattia mentale ma anche delle situazioni limite dell’uomo.

Nel 2014 ci confronteremo ancora con l’enigma della follia, questa volta grazie all’indagine di W.Blankenburg e a quella di V.E. von Gebsattel.

Del primo presenteremo il lavoro relativo alla “perdita dell’evidenza naturale”, argomento di un libro pubblicato nel 1971, ma giunto in Italia solo nel 1998.

Del secondo presenteremo la magistrale indagine sul mondo del paziente ossessivo.

 

Il seminario si svilupperà in quattro incontri che si svolgeranno presso la sede dell’associazione: i primi tre si terranno nei giorni di lunedì 3 febbraio, 3 marzo, 7 aprile 2014. Saranno della durata di due ore, con inizio alle ore 21.

Il quarto incontro si svolgerà un sabato mattina, in data da definirsi. Sarà tenuto insieme a un fenomenologo ospite e sarà dedicato a problemi clinici e alla situazione attuale della psichiatria e della psicoterapia.

Il costo dell’intero seminario sarà di Euro 180.

  Angela Peduto, Mariangela Pierantozzi

 

Scarica qui il depliant con la presentazione dell’iniziativa.

 

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.